venerdì 18 maggio 2012

A me mi piace l'harem


Oggi non ho voglia di patate, ogni sfizio non c'è più ...
Paolo Conte, Ma si t'a vo' scurdà! 



A me mi piace l'harem e scusate la ripresa del clitico. Be', se ancora ce la fai all'età tua, mi si dirà. Ce la fo, ce la fo. E allora giù una marea di applausi per l'interprete di Brancati, il grande escluso. Perché so' masculo e peggiunta mediterraneo sugnu, che più non si può. Che se femmina fossi stato io, embè, allora le cose cambiano. Scusate, ma si sa, da che mondo è mondo simili sconci e sordidi pensieri mal si attagliano al delicato e romantico sentire femminile (sarà o non sarà così, Kameo?). Una donna, o meglio una femmina che avesse cotanto ardire si sa come verrebbe etichettata. Ditemelo voi come, anche se non siete Kameo. Vabbè, ve lo dico io come. Puttana. Zoccola. Troia. Ninfomane. Sgualdrinella. Vacca da monta. Cagna in calore. E chi più ne ha più ne metta. Tutta una serie di epiteti ne stigmatizzano la propensione, la magnifica ossessione. Che poi sono più o meno gli stessi che in certi momenti sussurro alle orecchie della donna mia e Lei non se ne adonta. Solo se sono io a pronunciare quelle parole dice Lei. Che poi il fatto è che per una donna basta la discrezione.

Per il maschio no, il mondo intero deve sapere, si srotoli il tappeto rosso davanti al maharaja. Ma non mi offendo neppure se mi chiamano puttana. Lo ha fatto Trilly e pure Sammy (vabbuò, Inneres, il secondo sarà pure mocciano, non so, non ne so niente proprio, ma per il primo prenditela con Peter Pan). Avranno avuto le loro buone ragioni, che poi a dire il vero Trilly sosteneva che lo eravamo entrambi un po' puttane. Ma ce da dire che tra noi lo siamo sempre stati, con estrema correttezza però. Viva la sincerità. Sammy, invece, forse avrebbe preferito che lo fossi stato un pò meno, puttana.

Ok, ragazzi miei, al momento niente harem, se non nella fantasia o nel ricordo. Piuttosto fedele sarei, ma non è una vocazione al martirio. D'altronde devo ammettere che poi Lei davvero non mi fa mancare (quasi) niente. Però mai manchi il mistero.

Impuro e folle sono. E con Kameo gioco, mi perdonerà. Di tutto il resto pubblicherò. E sarà porno, ma pure grafico. Pura pornografia. Un po' puttana sono, ma a me mi piace l'harem. Scusate la ripresa del clitico.
 
***

Orbene, ieri pomeriggio... devo premettere che se c'è un bel ficcanaso al mondo quello sono io, costi quel che costi: finirò per rimetterci lo zampino io. Curioso come un gatto. Della mia morbosità e di quello che mi ha fatto combinare non so se avrò mai il coraggio di raccontarvi in pieno.

Orbene, ieri pomeriggio ho fatto una lunga camminata solitaria inseguendo la mia impura e folle curiosità. Sul limine tra terra e mare. Un vento teso da nord, freddo, mi ha impedito il secondo bagno della stagione, nello zainetto il libro meraviglioso che ho citato, solo poche pagine mancano alla nitida fine. Se sarà nitida. Comunque un capolavoro. Italica invidia, ma che c'è successo?

Orbene, ieri pomeriggio non ho schivato il vento distendendomi ignudo al riparo d'un frondoso e impenetrabile ginepro. No, ho camminato, sul limine. Ho camminato in paradiso devo ammettere. La natura ha le sue cattedrali, e il miglior architetto del mondo, seppure anche lui impuro e folle, come il paragone. Vi farà molto piacere sapere che in paradiso, andando verso sud, si incontrano sparuti e corpulenti turisti svizzeri, muniti di baffi. Almeno i maschi intendo. Verso sud mi diceva la curiosità, stavo dunque col vento in poppa, vento del nord, freddo. Niente bagno, andare, camminare e forse trovare. Cerco rocce rosse affioranti e alte scogliere che si perdono nel blues.

***

Ad usum delphini (di chi in privato me ne ha fatto gentile richiesta), e di chi ci si bea, una rassegna di beata minchia del sottoscritto. Finirò per entrare in affanno per la prossima edizione dell'indovinapisello. Non sto mica tutto il tempo a fotografarmi gli zebedei, nobile attività, per carità, ma c'ho pure altro da fare. C'avrei. E poi così da solo, senza adeguata e calda compagnia se non la mano mia, ma via, qualcosa si troverà, magari anche d'inedito, va là. Comunque minchia fresca, digitale. E s'avverte che gli ultimi due segmenti dei post andranno presto a sfumare. Perlomeno le immagini. In un batter di ciglia, un battibaleno o forse meno, massimo un giorno.

18 commenti:

Milk ha detto...

Bella. Sì, sì.

Estrella_Marina ha detto...

Vi volete molto bene voi due, vero? ;-))

carlos ha detto...

Milk, proprio non capisco a cosa ti riferisca. :))

Estrella: e certo che sì, capirai, siamo cresciuti insieme, be', lui magari è cresciuto meno, ma tanto basta, credo. :))

Dea ha detto...

direi d'esser molto più troia io, ma proprio nel dna, nell'indole perché a tanti la prometto e a uno solo la do... in fondo ci tengo a tenere quel buco stretto, perché quando il cazzo mio preferito entra c'è da impazzire, non me ne vogliate maschiacci e femminucce :D

Tesoro mio, io mi rubo una foto del tuo cazzo per il mio album ma tu, prometti di scrivermici un post? :))

fabrax ha detto...

ottimo tripudio, continua così

carlos ha detto...

Dea tesoro, pija tutto ciò che vuoi. Ma il post della minchia non dovresti farlo tu? Io ne ho fatto già tanti su 'sto seggettino qua. Recensiscimi. :)

carlos ha detto...

Fabrax, le jeux sont fait alors. Rien ne va plus.

D. ha detto...

Segui la tua natura ....

carlos ha detto...

Sempre Desirè, non posso farne a meno...

:)

Kameo ha detto...

Carlos, lo fai apposta a farmi arrossire!
:-)))

carlos ha detto...

Kameo, che ci posso fare, certe volte mi sento così birichino.

:)))

Dea ha detto...

lo devi scrivere per me e per il tuo cazzo ambrato. io voglio l'esclusiva soprattutto da chi come te, scrive divinamente. voglio vedere cosa ne esce.
impegnati per Giunone tua e inviami il tutto per mail.. per gli altri, una sorpresa ehehe!
sbaciucchio! :D

carlos ha detto...

Giunone mia, non ti si può negare niente... e anzi, sarà un piacere. Avrai la tua esclusiva, del cazzo (ambrato). Ma cosa vuoi che ne esca? :))

Però dovrei almeno sapere che o quali immagine hai scelto, basta il nome.

Baci sparsi, dispersi, aspersi...

pisolo973 ha detto...

oh Carlos ma mò te la stai a tirà?
scrivi due righe (se sapessi scrivere come te...)e mandale sto pisello..
non puoi mancà tra gli amici...
abbracione...

carlos ha detto...

Nanaccio malefico, sapessi... In senso letterale è tutta una vita che me la sto a tirà.

T'ho visto tra l'amichietti, me pari che sei messo come quer giudice della canzone di De Andrè, sai quello che si dice intorno ai nani?

Statte buono guagliò e non avvicinarti troppo con gli abbracci, ma ricambio.

:)

Estrella_Marina ha detto...

Peccato che io non abbia le physique du rôle dell'odalisca...mannaggia, sono stata viziata e abituata ad essere l'unica..:-)))

carlos ha detto...

Sono convinto tu ne abbia le doti, Estrella. Poi siamo tutti unici, a nostro modo. Io a volte mi sento così generoso! E un po' sborone, come non si dice dalle parti mie.

:)))

Estrella_Marina ha detto...

Anche dalle mie..:-))