lunedì 9 luglio 2012

Il mio sogno di donna

Il mio sogno di donna è Sherazade. Riconosco di poter essere tirannico, ma non potrei mai tagliare la testa di una donna bellissima, che mi scopi bene e viceversa, ma soprattutto che non mi venga mai a noia. Ah, la noia. Perché amo le storie, e mi eccitano i particolari.

Occhi verdi, raccontami ancora di quel tipo di XXXXXXX, che era così brutto. Eppure ti facevi scopare da lui. Mi vuoi snello, mi vuoi bello, ma ti piaceva farti montare in piedi contro la macchina, in una stradina di campagna, da quell'emerito balanzone. Tu bellissima, dolce fata dagli occhi smeraldo, tu pelle di luna, aprivi le cosce e te la facevi leccare avidamente da quell'uomo che aveva preso a sbavare per te. Che non gli doveva sembrare vero, però bisogna dire ti ha "letto" bene. Il tuo essere troia che mi ha conquistato.

Dimmi, ti penetrava a fondo e poi ti sbatteva per bene, non è così che gemevi contro quella macchina? Veniva dentro di te con godimento animale nella strozza, gli ultimi colpi furiosi? O gli permettevi di non usare il preservativo a quel porco e di gettare il suo seme sulla tua pelle di luna, sul tuo culo da sballo. Oppure è la bocca che gli porgevi per i suoi ultimi bestiali rantoli?

Avrei voluto essere lì, morboso tra le fronde della macchia, a struggermi di piacere a guardarti. E non mi stanco di ascoltare le tue storie, questa e le altre. Pendo dalle tue labbra. Col mio cazzo a punta, Sherazade, che non è scimmitarra (è piuttosto diritto e regolare), né katana (troppo lunga e affusolata spada), neppure gladio (ovvìa, grosso sì, ma troppo corto, mi si faccia grazia) e neanche fioretto (non è così fine, seppure abbia il suo stile).

Quanto a morbo, in realtà ne ho fatto di peggio, chissà se riuscirò un giorno a raccontare io qui. Con Lei, occhi verdi, ho preferito tacerne. Non tutto si può dire. Intanto aspetto che un giorno (o meglio una notte, sia pure la millesima) mi riveli ciò che invece ancora bramo di sapere.

  
Lei gode a immaginarmi alle prese con una puttana, una donna a cui posso fare ciò che voglio. Così viene, masturbandosi mi urla il suo piacere deflagrato. Per forza maggiore ingiungo alla sua testa di raggiungere il mio uccello, ansioso ormai di beatitudine e buona notte al secchio. Ma anche di godersela al meglio. Significa farselo succhiare per un po', tenendole ben ferma la testa, la mia mano che spinge la nuca, egoista afferra i capelli senza far male. Ora deve obbedire al mio ritmo che sostitisce il suo. Incalzante fino in gola. Gola profonda. Deep throat. Nessuna pietà, adesso tocca a me la beatitudine.

 1

Dovrebbe essere ormai preparata, eppure al primo strillo di bianco seme dritto in gola vorrebbe fuggire in bagno. Resiste al secondo, io non lo mollo così il mio orgasmo: animo, donna. Il terzo un po' le cola. Non smetto di godere, come un asino, raglio ancora il mio piacere in profondità: e quattro, e cinque, e sei.

Soddisfatto le sollevo la testa di medusa, le gote gonfie di sperma traboccante. Finalmente può correre in bagno. Col cazzo fradicio chiudo gli occhi e mi concedo un ampio respiro di vita.

2
  
Sono volubile, ombroso, variabile d'umore. E di gusto. Duttile nel godere una donna, ancor di più a farmi godere. Forse qualcuno ne stupirà.

Sammy sapeva prendermi l'uccello croccante in bocca. Quando riceveva il permesso (è una persona molto educata, compìta in coscienza, assai pudica) di solito non se lo faceva ripetere due volte. Ricordo solo quando, dopo quattro anni di astinenza di me, con il cuore appetitoso che faceva oilì oilà, me ne chiese conferma: davvero posso fare quello che voglio?  (...Mettiti comodo, bambolo...).

I miei assensi significavano affidarsi completamente nelle sue mani, e ancor di più alla sua bocca. Certo che poi mi scopava anche: ergendosi a dominare il mondo mi cavalcava con ardore, concedendosi un godimento che poche donne raggiungono: dopo avermi sbattuto potentemente, senza darmi respiro, mi sommergevano le sue ondate di piacere, orgasmi ripetuti a piacimento. Anche metterselo tutto, fino in fondo, nel piccolo culo (latteo come le tette invece enormi) era un suo dominio, compiuto senza sforzo apparente. Sempre sopra di me. Ricordo come venne una delle ultime volte: immobilizzato sotto di lei, bambolo infingardo, il cazzo come un palo, Sammy che lo fa scomparire in un baleno, traendo un lungo respiro, si incula e mi sbatte con veemenza. Viene così, masturbandosi, e io di conseguenza.

Poteva fare di me ciò che desiderava, non mi disturbava essere il suo maschio-oggetto, tutt'altro. Leccava ogni centimetro della mia pelle, dedicandosi con crescente diletto ai miei piedi, alle ascelle e ai capezzoli, fino a deliziare il mio punto Q, laddove sono più debole, languido e morbido.

(Io non la leccavo, non mi piaceva la sua ampia fornace, esangue e vorace, quasi priva di labbra, però pelosa, d'un vello rossastro. Soprattutto non le consegnavo le chiavi del mio cuore, che a modo suo l'amava pure, ma più di tutto sé stesso).
(Nei più recenti trascorsi di quest'ultimo lustro non ha mai accettato per più di qualche secondo che fossi io a dimenare l'uccello nella sua intimità. Doveva essere lei a scopare me, e non viceversa).

Più di tutto amava tenere, anche per lunghe ore, il mio uccello in bocca: altro dominio, non sottomissione. Lo gestiva sempre con maestria, portandolo sull'orlo dell'acme, tenendolo a lungo sul filo. Sapeva essere profonda di gola, incessante di labbra, golosa e curiosa di lingua. Quando capiva che finalmente era Tempo, sapeva come farmi raggiungere il massimo del piacere, senza perderne una goccia.

Solo allora andava a sputare ogni mia stilla di candido, maschio fulgore.  

3

Spossato dal lungo, eterno viaggio, ancora ragazzo dell'Europa, devo appoggiare i palmi al muro mentre sotto di me, tra le mie gambe leggermente divaricate (i jeans aperti, gli slip abbassati quanto basta)  la spogliarellista d'Oriente in terra d'Occidente, alta e sinuosa, s'imbocca del mio cazzo giovane, di norma timido, di norma. Il più bel pompino della mia atroce vita. Da svenire davvero. Ma non accetterò la sua ospitalità. Stupido, romantico idiota. Coglione.

4

Stavo sempre all'ultimo banco, evitando dunque l'ingrato compito di primo della classe. L'alunna nuova che viene da fuori l'hanno sistemata nell'unico posto libero, solitaria nel banco accanto al mio una cascata di capelli neri, labbra carnose, una spiritosa lingua rosa. Avevo già il vizio della noncuranza, ma sbircio. Sembrava non se ne desse conto, invece un giorno si volta e mi guarda fisso nei miei occhi di ragazzo, si porta un pennarello alla bocca e inizia a simulare un grandioso, esperto pompino, che lascia pure me a bocca spalancata. Nessuno della classe pare se ne sia accorto, la professoressa leggeva di Dante e Beatrice.

Più tardi mi scioccherà ancora, dicendomi che da grande vuole fare la puttana. Idee chiare in testa, il talento credo ci fosse tutto, di certo l'indole. Non so cosa ne sia stato: il padre l'hanno trasferito di nuovo, dopo pochi mesi: destinazione vattelapesca.

  5

Ha dell'incredibile, Trilly, che in tutti questi anni io non abbia mai potuto, o saputo, farmelo succhiare da te. Come si conviene tra due inseparabili buttane. Eh sì, è così, sei sempre stata una donna splendidamente egoista: vero, ma troppo semplice.

So che lo faresti degnamente, impazzirei a intrecciare le mie dita tra i tuoi riccioli biondi. Ma c'è sempre Tempo, sai che tra noi è una storia infinita e meravigliosa. Sarà la prossima, chissà.

(Ammetto che vent'anni non sono pochi, ma in cima ai miei pensieri c'è sempre stata la tua fonte: con devozione la mia faccia ha scavato il piacere tra le tue cosce di marmo pario, spalancate, suggendo nettare e miele, ambrosia degli dei).        

Non ti mancherà questa qualità, infine. E io vorrò colare incandescente la mia lava sul tuo volto sempre in attesa di me, un volto che nessuna forbice può recidere. Solo nella memoria che si sfolla. Scoperò la tua bocca, la via per il cuore passa anche di lì.

  6

*****

Il post odierno, sempre che qualcuno, o meglio qualcuna, sia giunto indenne fino a qua, è valido come V edizione dell'indovinapisello, vilissimo e vanissimo gioco a premi. Stavolta chi vince potrà farmi una o più domande indiscrete. Fatta salva la mia praivasy. 

7

 8

9

10

11

12

13

14

15

16
          
17

18

19

20

39 commenti:

Chiara di Notte - Klára ha detto...

le gote gonfie di sperma traboccante. Finalmente può correre in bagno

E perche'? :-)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Solo allora andava a sputare ogni mia stilla di candido, maschio fulgore

Ancora chiedo: e perche'? :-)

carlos ha detto...

Klàra: "E perche'? :-)"

E cosa vuoi che ti dica, Klà, pare che sia generalmente sgradevole al palato, troppo salato, indigesto da mandare giù, per giunta ipercalorico. Poi tu mi dirai che invece ve n'è dal gusto sublime, esagerato. Non lo so, io al massimo ne ho portato una goccia sulla punta della lingua e non ne ho mai trangugiato. Sarò troppo indietro, ma continuo a preferire il tiramisù, inteso come dolce. :)

Klàra: "Ancora chiedo: e perche'? :-)"

Aridaje. Dimmelo tu perché, tanto ce lo so che te tu sai pure questo. :)

Domandi sì, ma sull'indovinapisello non ti sbilanci, eppure sento che per te poteva essere la volta buona. :)

Ps: Avvertiresti Kameo dell'imperdibile concorso a premi?

Estrella_Marina ha detto...

Mi sono chiesta la stessa cosa di Klara...ma figurarsi se dirò una parola di più, qui, a parte che se manca il gran finale per me manca tutto..:-))) ciao, ragazzaccio...

Chiara di Notte - Klára ha detto...

pare che sia generalmente sgradevole al palato, troppo salato, indigesto da mandare giù, per giunta ipercalorico

E' molto simile all'albume d'uovo. Di certo non e' che ci si farebbe un dolcetto, ma neanche con gli umori della vagina un uomo si farebbe la minestrina. Pero', in un determinato contesto, quando due persone stanno facendo sesso di brutto e senza inibizioni, non vedo perche' una "sheherazade" non dovrebbe arrivare anche a ingoiarlo. Dopotutto, ce ne sono di cose assai piu' sgradevoli e ipercaloriche, e so benissimo che a un uomo piace molto quando una donna lo accetta completamente e non lo sputa.
Ecco, questo tuo episodio, e questa piccola diversita' di "visione" solanche nel fatto di ingoiare o no lo sperma di un uomo (sinceramente trovo sia molto meno gradevole e pulita la saliva di certi individui che il loro sperma), mi fa capire come tutto cio' che sia in relazione col sesso sia visto da molte donne come sgradevole, o spoco, o comunque da non assimilare quasi dovesse avvelenare o trasmetterci qualcosa di brutto. E' un pensiero subliminale di cui neanche si rendono conto e se glielo fai notare ti dicono che sbagli perche' loro in fondo sono iperlibertine. Ma la realta' la si capisce da queste piccole cose.

carlos ha detto...

Ciao Estrella, ci manca solo questo, che ci autocensuriamo pure. Suvvia... :))))

Estrella_Marina ha detto...

Beh, no, effettivamente la penso come Klara, easattamente e nei minimi particolari, ma non vorrei che qualche femminista d'antan si risentisse perché anche alle donne moderne, emancipate, intellettualmente impegnatee mediamente intelligenti, quelle a cui piace occuparsi si politica, di attualità, leggere libri impegnati ma anche giocherellare ogni tanto con qualche cazzo, virtuale e non, piace scopare e farlo bene. Compreso un pompino fatto come si deve, altrimenti è meglio non farlo. Che sia fatto per amore o per puro piacere un pompino non prevede lo sputo finale ma proprio il contrario...sono stata abbastanza chiara? :-))

pisolo973 ha detto...

18
ho vinto qualche cosa?

D. ha detto...

Io direi la nr. 19 : )
E per quanto mi riguarda mi piace giocarci facendo le bollicine : )))))

Au Revoir !!!!!

Bisous

D.

Kameo ha detto...

Oh noooooo!
arrivo troppo tardi :-(
Il nanaccio lo ha detto prima di me!!!

Milk ha detto...

Anche per me è il 18. Direi che è proprio evidente.
Per quanto riguarda la diatriba su sputo sì o no, ho detto la mia da Estrella e lo ribadisco qui: se non fosse una pratica a rischio, lo farei sempre. Siccome in questo momento ho solo rapporti occasionali, non lo faccio mai. Però mi pare una pratica sublime, per niente riprovevole (nessuna lo è, finché due o più persone sono consenzienti e non si fa del male a nessuno).

carlos ha detto...

Klàra: "neanche con gli umori della vagina un uomo si farebbe la minestrina".

Be', ma perché una minestrina poi? Sarebbe proprio uno spreco, è così buono al naturale quell'umidore lì. Naturalmente può variare da donna a donna, ed essere più o meno gradevole. Però quando trovo quella giusta, mi ci entusiasmo davvero, goloso e ingordo come un bimbo che divora un fetta d'anguria sbrodolandosi abbondantemente il musetto, fregandosene altamente del disdoro.

Klàra: "In un determinato contesto, quando due persone stanno facendo sesso di brutto e senza inibizioni non vedo perche' una "sheherazade" non dovrebbe arrivare anche a ingoiarlo".

Nella situazione che descrivi tu tutto è lecito secondo me, tutto è, appunto, a piacere. Senza costrizioni. Ad libitum.

Klàra: "So benissimo che a un uomo piace molto quando una donna lo accetta completamente e non lo sputa".

Mah. Sì, può anche essere, visto magari come un segno, una sorta di messaggio. Dalla valenza, perché no, anche estetica. Nella pratica per me non cambia poi moltissimo che il seme mio venga inghiottito o meno. L'importante è però che non mi si debba interrompere proprio sul più bello, perché ci rimango sinceramente un po' male.

Klàra: "Piccola diversita' di "visione" solanche nel fatto di ingoiare o no lo sperma di un uomo."

Sono una ricchezza le diversità di "visione" (quando naturalmente non vogliono essere un'imposizione, ma non è certo il tuo caso). Io ho forse dato troppa importanza al gusto: d'altronde anche l'albume d'uovo crudo non mi ha mai fatto impazzire. Tu invece porti la prospettiva su un piano psicologico e culturale. Probabilmente non hai tutti i torti, anzi.

carlos ha detto...

Estrella, sei stata chiarissima, finanche apodittica. :))

Estrella: "non vorrei che qualche femminista d'antan si risentisse".

Questo post, provvisto di Indovinapisello, oltre il piacere tutto mio di raccontarmivici, ha proprio lo scopo di tornare a divertirsi, in libertà, anche con un po' di leggerezza, e magari pure con un pizzico d'intelligenza portata dai vostri commenti. Lasciamone fuori le polemiche inutili e sterili. Mi hanno terribilmente annoiato, finirà per intristirsi pure la spada a stare a sentire le tante frustrazioni che ultimamente soffre questo "nostro" ambiente.

Ps: ma hai capito il meccanismo che sottende all'Indovinapisello? Trattasi di individuare l'unicum (nella fattispecie il mio pregiatissimo organo virile) tra i tanti. E' ormai divenuto un classico dei giochi a premi bloggeristici, giunto alla V edizione. Mi sa che tu ancora non lo conoscevi... :)

carlos ha detto...

Piso Pisello, adesso non iniziare con il tormentone alla Paolantoni: ho vinto qualche cosa, ho vinto qualche cosa... E poi saprai tutto allo spoglio finale, non posso fare eccezioni, neppure per te che mi sei così caro, orrendo nanerottolo. Il mio è un concorso a premi serio. Si vince la possibilità di fare domande indiscrete al sovrascritto, nulla più.

:)

carlos ha detto...

Desirè, 19 dici? Puntata accettata, per i risultati aspettiamo domani, o forse dopodomani. Questo Indovinapisello è stato fatto così all'improvviso, che le moltitudini ne sono ancora ignare. Si prevede per domani un afflusso massiccio di votanti. :))

Le bollicine, Desire? Maronnamiabellad'ocarmine, che tempi! Ah, sti giovani d'oggi!! Tutta colpa degli ammerricane!!!

Però dev'essere divertente, aggi'a sfruculiare apPisolo... :)))

Besossss

carlos ha detto...

Kameo, non ti sconfortare, te ne prego. Non conta chi arriva prima, ma chi indovina. Semmai indovina.

Dunque è accettata la 18 pure per te. E vincendo, oltre agli onori delle cronache, avrai naturalmente diritto all'ambito premio promesso.

Lo spoglio, come dissi, avverrà domani, o tutt'al più posdomani. Devo farti avvertire da Klàra riguardo ai risultati? Ah, come sarebbe bello se un giorno quella gulyasokka mi portasse in visita pure il buon Davide.

:)

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Nella situazione che descrivi tu tutto è lecito secondo me, tutto è, appunto, a piacere. Senza costrizioni. Ad libitum.

Certo, ma se tu intitoli il post "Il mio sogno di donna" e poi ne sogni una che sputacchia nel lavandino perche' gli fa schifo il tuo sapore, secondo me fai dei sogni modestini...
Se si deve proprio sognare, perche' non farlo in grande?

Se dici che e' dritto, potresti essere il 10... il 18 vira un po' troppo a sinistra. E non dirmi che e' lei che lo spinge, o inizio a dubitare della rigidita' della spada. :-)

** Sara ** ha detto...

Voto 18 anche se oramai paga poco.. ci hanno puntato su in troppi. Ciao

carlos ha detto...

Milk, 18 anche tu, ok, puntata accettata. Addirittura evidente dici, per la prossima edizione dovrò mettergli su un passamontagna... una mascherina... un preservativo nero... No, nero meglio di no, snellisce... :)

carlos ha detto...

Klra: "ma se tu intitoli il post "Il mio sogno di donna" e poi ne sogni...".

Nessun sogno, ho raccontato solo vicende vissute, come faccio quasi sempre, a parte qualche rarissima eccezione. E' la realtà, baby, nuda e cruda. E modestina, poveretto me... E beata te.

Klàra: "Se dici che e' dritto, potresti essere il 10... il 18 vira un po' troppo a sinistra."

Seeee, e il 7 e poi il 13 o magari il 16. Magari. Uno ne devi scegliere, almeno in questo caso. Altrimenti come faccio ad accettare la tua puntuta puntata? Forza e coraggio, finora non ne hai imbroccata una all'Indovinapisello, e io che ti pensavo perfettamente esperta sull'argomento. Ohibò.

carlos ha detto...

Ciao Sara, punti tutto sul 18: ok, accettato (ma che brutto verbo double-face, mi si ritrae tutto).

pisolo973 ha detto...

@Kameo
Ovviamente se dovessimo vincere insieme ti cedo il premio...
Cavalieri si nasce...poi mi hai chiamato nanaccio e chi mi conosce sa quanto mi piace!!!
bacio

Chiara di Notte - Klára ha detto...

Uno ne devi scegliere, almeno in questo caso.

Si', ok, allora anch'io dico il 18,
pero' e' deludente... :-(

carlos ha detto...

Puntata accettata, Klàra: 18.

Klàra: "pero' e' deludente... :-("

:))))

pisolo973 ha detto...

vedo che ci sono molte puntate sul 18..Ora mi viene da pensare:

a) ho influenzato la scelta degli altri/e.
b) è una coincidenza
c) è veramente la 18 ed io so riconoscere il pisello di un' altro maschio su + di 21 foto...e questo è moooolto triste.

spero vivamente che non sia la 18...a stò punto!!

** Sara ** ha detto...

Accettato senza accetta! :-) Ciao

Dea ha detto...

non so ma quella corsa in bagno mi da di rigurgito e vomito... se so che deve finire così il cazzo manco lo tocco. esendo io una schizzinosa del cazzo, è anche difficile che io scelga di fare sesso tanto per con uno ad esempio che ha un odore che non mi fa impazzire... l'odore della pelle mi indica un buon sapore di succo. voglio arrivare fino alla fine per mangiare e bere tutto... ché non si sa mai. :D
penso anche io la 18 ma arrivo tardi.

perché si modera qua, adesso?

Dea ha detto...

Pisolo, perché sarebbe triste riconoscere un pisello? o sei omofobico, o sei bigotto.

carlos ha detto...

Piso, sei un trascinatore di folle! A proposito di folle e folle, forse non sei però il migliore qua dentro.

:)

carlos ha detto...

Sara: e meno male. Anche se forse non tutte saranno d'accordo con te. Io già come avatarre mi presento un po' così, ma sotto sotto...

Ciao :)

carlos ha detto...

A Dè, ma hai letto un po' come si è svolta la vicenda in questione? Quello era un effetto per me scontato: non sono superdotato, ma ti assicuro che con quella modalità devi avere un gran gola profonda, ma più che profonda parecchio sfondata, anche solo per riuscire a respirare, non solo per resistere senza correre in bagno quando è pure in corso una irrorazione di quel genere.

Poi lo fa sempre di non inghiottire il seme: esiste una confidenza tale che se a lei tutto sommato questa pratica, questo gusto, non piace, e a me non interessa più di tanto, ma perché dovrebbe farlo, in nome di cosa, di chi? Io godo dentro di lei nella figa e nel culo, sul viso, sulle tette, dappertutto, con piacere e passione condivisi. E in bocca fino all'ultima stilla di splendore. Se poi non inghiotte perché non le va a genio quella che per voialtre è una delizia del palato o, meglio, un afflato mistico, per me non ce nessun problema. Non siamo super, ma ci vogliamo bene e ce la sappiamo godere non poco dal punto di vista sessuale.
Sono appunto situazioni di ottima confidenza, presenti in un caso e nell'altro. All'inizio i comportamenti erano differenti, come credo sia più normale. Ora, anche leggendo i commenti maschili e femminili nel postgemellare da Estrella, vedo una certa divaricazione tra le esperienze dei primi, reali, e quelle delle seconde, programmatiche ed un tanto enfatiche.

Mi dirai, ma perché la dici a me tutta sta pappardella. Ma perché mi sei simpatica. :)

Presa la puntata sul 18, e visto il tuo palmares nell'Indovinapisello, dove sei primatista assoluta... :))

Al più presto si svelerà l'arcano e ci sarà proclamazione e premiazione, ma prima mi urge un commentino altrove.

Ps: si modera e si modererà causa praivasy, mia e d'altri.

carlos ha detto...

A Dè, n'artra cosa, a me me pare ch'er Pisolo più che artro è spiritoso. Aò, a me me fa sganascià, me se intorcina proprio tutto con sto nanaccio. Mo' fa pure l'esperto der cazzo, er profeta della minchia, se vede gia co' l'alloro ind'a capoccia, fa pure er generoso che cede er premio prima d'ave'vvinto. Ma penza un pochetto... nun se sarà montato 'a capoccetta? Gniente gniente?

Aò, me devi de dì come so' annato cor romanesco.

A bellaaaaaaaa

pisolo973 ha detto...

@Dea
Macchè omofobico/bigotto..
è che avrei preferito riconoscere una patatina al volo..magari per averla sbranata + volte!!
E' solo una questione di gusto..
Mò non mi fare come le snobbette del cavolo che si fanno mettere le cose in testa dai giornali...
E' una settimana che si parla solo di omofobia..(a proposito guarda qui http://www.youtube.com/watch?v=rICF3dKGjHI mi fa morì st' omo)

pisolo973 ha detto...

@Carlos
Forse è vero mi son montato la testa..
O forse è che a casa tua e a quella di Dea mi sento a mio agio..
bhoo

Insomma chi ha vinto?

** Sara ** ha detto...

Infatti.. chi ha vinto?
E soprattutto io ho vinto?? :-)
I risultati si fanno attendere..

Estrella_Marina ha detto...

L'afflato mistico riferito al pompino è spettacolare. Davvero!:-))))

carlos ha detto...

Sàspens ragazzuoli, sàspens...

Pisolo, te tu ti senti la vittoria in tasca, non stai nella pellaccia. E hai pure risposto per primo. E hai pure l'aria di quello che non ha mai vinto neppure 5 euro al gratta e vinci. Sta per arrivare il tuo magic moment, caro il mio acuto osservatore di... Forse... :)))

Ps: ma anche certe topastre si riconoscono, a conoscerle.

Sara, anche tu scalpiti, presto si saprà risultato e vincitore, vincitrice o vincitori. O forse stavolta nessuno c'ha preso? Comunque saranno fuochi d'artificio, ricchi premi e cotillons. :)

Estrellita, l'afflato mistico era sull'inghiottimento. E dirò di più...

pisolo973 ha detto...

nooooo è che si fa così??!!
daglieeeee voglio sapere..
cmq è vero non ho mai vinto una ceppa...anche perché non gioco..
almeno non perdo!!

Dea ha detto...

Carlos, amore, a me puoi dire quel che vuoi e sulla tua risposta manco mi permetto di stirre una piega.
giusto! approvo!
in quella modalità, allora, penso che potrei schiattare ahahah!
insomma il tuo pisello l'ho osservato bene, per cui... sono la più brava.. mica per niente ti seguo da anni. :P

Pisolo, e sta bono nanaccio mio amorone... e quanto sei permaloso! :D