mercoledì 8 settembre 2010

Contro natura - vol. II

Per non pensare a Lei
mi metto a scrivere di un argomento
che mi sta molto a cuore:
il culo.

E siccome del suo e degli usi impropri
che se ne possono fare
già s'è detto,
dovrò fare un po' memoria.

Leggevo invece in altri blog,
(l'argomento, si sa, mi sta a cuore)
sulla pratica sessuale in questione.

Le interessate commentavano in vario modo.

Ad alcune piaceva,
altre non volevano neppure sentirne parlare.

Naturalmente ai maschietti la pratica perlopiù piace.

E io non faccio eccezione.
Apprezzo, eccome.

Mi piace sia piccolo e rotondo, sia bello procace.
E se posso me lo godo.

Pur avendo il culo, fin da bambino,
un posto primario nel mio immaginario sessuale,
ho iniziato a frequentarlo di più
con l'andare dell'età.

Sarà che anche le prestatrici d'opera
crescevano con me
(classicamente con quattro-cinque anni meno).

Alla mia prima fidanzatina vera,
tre anni insieme,
mi approfittavo a farle di tutto,
me la godevo appena possibile,
ogni giorno e più volte al giorno.

Ma in culo no, le faceva troppo male.

O meglio,
probabilmente le facevo troppo male io,
non per le dimensioni della spada,
del tutto onorevoli ma niente di esagerato,
piuttosto perché alle prime armi
nello scardinamento del sistema anale.

Infatti per sole due volte riuscirono
gli attentati al suo povero posteriore
e me lo godetti,
ma il suo fu dolore e non piacere.


Aspasia è stata la mia seconda ragazza,
cinque lunghi anni assieme,
avara del suo, come vedrete, bel culo.



Me l'ha sempre negato.



Un peccato, vero?
E poi era crudele e si faceva tutt'al più
penetrare per pochi millimetri
della mia turgida e rosea cappella.

Comunque ad Aspasia
il piacere detto contro natura o bestiale
in passato l'aveva voluto provare.
Ma solo ad uccellini davvero piccini
aveva concesso il suo più recondito nido.
Saggia donna!
Trasgressiva sì, ma con juicio.

Ma a quei tempi già c'era stata Sammy
ad aprirmi il suo cuore,
e il suo culo.

Sammy l'amica da una vita,
amante poi per un'altra vita.

Rifiutata come amore e sempre amata
in un rapporto quasi incestuoso.

Sammy imbattibile nel succhiarlo,
mi concedeva tutto
e se le chiedevo il culo
me lo dava sempre,
arrampicandosi sulla punta
del mio bastone duro
e calandosi senza sforzo e dolore.

Almeno apparentemente.

Anche così mi scopava e
si masturbava.

Godendosi alla fine il suo amante,
con l'uccello piantato nel culo.

Invece Trilly,
altro lieto motivo della mia vita passionale,
il culo non me l'ha (ancora) dato.

Dispettosa e capricciosa,
in ogni cosa,
del suo culo ne va giustamente orgogliosa.


Una piccola opera d'arte
per una ragazza bellissima.

Alla pari almeno,
di quello dell'innominata Lei.

Trilly sei avvertita,
se ci sarà ancora un altro round tra noi,
il tuo prezioso scrigno è in pericolo!

E veniamo a Ivette,
che di francese ha solo lo pseudonimo.


Altro amore da me non riconosciuto,
il culo me l'ha sempre negato, forse per orgoglio.

Non che non ci abbia provato,
ma la risposta è sempre stata una sola,
secondo lei il suddetto serve soltanto a un'unica cosa.
Che prevede dismissioni, e non ammissioni.

Chi me l'ha donato con generosità
è stata Lys,
altra donna con un cuore grande così.


Ma non è del cuore che si parla qui.

Lys mi ha sempre fatto godere come un principe
e della spada rimarrà sempre la madrina,
il suo bel culo lo infilzavo e lo sbattevo
in ogni occasione propizia.

Difficile resistergli.

Lys mi si offriva sempre perfettamente rasata,
aperta ad ogni piacere,
e io la ripagavo con mille attenzioni.

Me lo godevo con vigore quel piccolo giglio.
Dopo averlo bagnato e ammorbidito con i miei baci,
dopo averlo allenato con la lingua e le dita,
gli calavo l'asso di bastoni,
ma abituandolo dolcemente a reggere il ritmo.

Prima di suonare la carica.

Così termina il lungo post del culo,
ché le dita si sono pure stancate
dell'andar sui tasti.

Vado a rivedermi il risultato,
per vedere se la spada apprezza
e non pensa a Lei.

6 commenti:

trashReality ha detto...

le rime su un argomento del genere son troppo forti...sembra quasi che stai raccontando una favoletta eheh

carlos ha detto...

E' un argomento che va trattato in punta di...
Ho visto che l'hai "trattato" di recente...
:-))

Kumiko ha detto...

Fortissimo. Mi piace come scrivi! Per il momento ho letto questo, avrò modo di approfondire. E comunque,

spiega a chi non ne vuol sapere,
che se fatto con maestria e cuore,
è puro piacere,
altro che dolore...
;)

carlos ha detto...

Grazie!!! Torna a trovarmi...

mod ha detto...

quante storie sul culo!
che palle!

;-) love, mod

carlos ha detto...

Che ti devo dire: sarà di moda...